Grandi e piccini a teatro 2021
19^ edizione

I biglietti sono disponibili per l’acquisto on line oppure in loco al botteghino 45′ prima dello spettacolo
INGRESSO: 3 € (GRATUITO SOTTO I 3 ANNI)

Si ricorda inoltre di portare un plaid o una coperta per potersi sedere comodamente nelle zone da noi indicate!

Sabato 26 giugno ore 18,30
parco Tesoriere
Via Tevere 64

Ortoteatro
LA STREGA DELL’ ACQUA E IL BAMBINO DI CICCIA!

Oggi vi terremo compagnia con storie e personaggi della tradizione popolare friulana: la fiaba popolare della bella Caterina e del perché le Agane, fate dei fiumi, sono entrate nei corsi d’acqua; del piccolo Martino che si imbatte in una strega che trasforma i bambini in coniglietti. E poi ci sono gli Orcul, il Mazzarot, e tutte le atmosfere antiche di quando l’ascoltare una storia era magia, paura e gran divertimento. Come allora, quando nelle stalle si riunivano le famiglie per ascoltare i vecchi narratori, il contastorie di oggi saprà coinvolgere il pubblico di tutte le età e scopriremo insieme che… tutto il mondo è paese. Non perdetevelo!

Sabato 10 luglio ore 18,30
parco Tesoriere
Via Tevere 64

Teatro dell’ Erba Matta
IL GATTO CON GLI STIVALI

Non poteva mancare una fiaba classica raccontata in un modo davvero unico, come solo il Teatro dell’Erba Matta sa fare. In scena un cantastorie di altri tempi, nonché uno spensierato cantante di Valzer e filastrocche, mentre un gatto, un pupazzo in gommapiuma, ne combina di tutti i colori sopra al suo palcoscenico itinerante. Gli altri personaggi saltano fuori da teatrini che hanno come scenografia i quadri di Vincent Van Gogh. E’ uno spettacolo allegro e molto animato. Siete curiosi? Anche se conoscete già la storia, venite a scoprire come finirà…

Sabato 31 luglio ore 18,30
parco Tesoriere
Via Tevere 64

Pandemonium Teatro
IL CUBO MAGICO

Ed ecco la storia di Uno e l’Altro: l’incontro fra due personaggi che si trovano all’ improvviso in un mondo fatto solo di cubi. Cubi grandi, cubi piccoli, cubi rosa, gialli, rossi, azzurri… UNO ha due occhi, un naso, due mani: guarda, odora e tocca i cubi che per lui sono solo “cubi”. Anche L’ALTRO ha due occhi, un naso, due mani; ma ha anche qualcosa di speciale, di molto speciale. Fra scontri e incontri, in un susseguirsi di situazioni divertenti innescate dall’uso creativo e fantastico dei cubi, alla fine UNO sceglierà di provare a vedere il mondo con gli occhi dell’ALTRO. Un classico del Teatroragazzi dove tutto, per magia, si trasforma e… insieme si volerà sulle ali della fantasia.

Un sipario tra cielo e terra Borgo San Dalmazzo